Comuni ricicloni PDF Stampa E-mail

 

Comuni Ricicloni 2010:

vincitore assoluto Ponte nelle Alpi (BL)

 

 

 

- Nord sempre al top. Sardegna leader tra le Regioni emergenti.

- Salerno si conferma campione del Sud. Buone pratiche anche in Sicilia.

- 12 milioni d’italiani differenziano oltre il 50% della spazzatura.

- Riciclo record in 1488 Comuni.

 

 

COMUNI:


E’ ancora il Nord a fare la parte del leone per la gestione dei rifiuti in Italia: vincitore assoluto dell’edizione 2010 è il comune di Ponte nelle Alpi, in provincia di Belluno, che si piazza infatti al primo posto della classifica di Legambiente che ogni anno assegna gli Oscar del riciclo ai comuni che gestiscono al meglio i propri rifiuti. Con i suoi 8.499 abitanti ha conseguito il 83,5% di raccolta differenziata e ha l’indice di buona gestione più alto in Italia: 87,28.

 

 

REGIONI:


A livello regionale è il Veneto a svettare in cima alla classifica con una percentuale del 67% delle amministrazioni virtuose sul totale dei comuni, seguito dal Friuli Venezia Giulia con il 34,2%, dalla Lombardiacon il 28,8% e dal Piemonte con il 23,9%.

Eppure le buone pratiche e le performance di successo si stanno diffondendo anche al Centro Sud.

La Sardegna si conferma leader tra le regioni emergenti sulla raccolta differenziata per aver raggiunto a fine 2009 una percentuale regionale del 35% (nel 2002 era al 3%).

In Campania sono 84 i comuni da cui prendere esempio in materia di differenziata, con Salerno in testa, e 7 comuni rappresentano la Sicilia.

Spiccano poi le esperienze dei 37 comuni sardi, dei 9 comuni del Lazio, dei 4 calabresi, dei 2 della Basilicata e, per la prima volta nella storia di Comuni ricicloni, di uno della Puglia (Monteparano, provincia di Taranto).

 

 

CAPOLUOGHI:

 

Salerno, miglior capoluogo riciclone del Centro Sud, per aver raggiunto il 60,3% di raccolta differenziata.

Il Piemonte si attesta quale regione col maggior numero di capoluoghi ricicloni: Novara, Asti, Cuneo, Verbania e Biella.

Al centro invece ancora il deserto: nessun capoluogo ha superato l’obiettivo del 50% di raccolta differenziata. La provincia nella quale risiedono il maggior numero di cittadini ricicloni è invece la provincia di Torino dove i comuni da premiare quest’anno sono ben 106. La provincia di Milano paga la “cessione” di 50 comuni ricicloni alla neonata provincia di Monza e Brianza che sommati ai suoi 89 l’avrebbero resa la provincia più riciclona d’Italia, capoluogo a parte.

 

Attivando servizi di raccolta differenziata, i comuni premiati hanno evitato l’emissione in atmosfera di 2,3 milioni di tonnellate di CO2, pari al 5% dell’obiettivo del protocollo di Kyoto per l’Italia. A questo risultato bisogna aggiungere anche il fatto che quasi 7 milioni di tonnellate di rifiuti sono state sottratte alla discarica.

 

 

 

Roma, 6 luglio 2010 - fonte legambiente.it

http://www.legambiente.it/dettaglio.php?tipologia_id=3&contenuti_id=1322